Next  
2012 Ottobre 21
news

controluce ottobre

E' uscito il nuovo numero di Controluce.

di Alleanza Popolare Ufficio Stampa


2012 Ottobre 19
news

ap...eritivi

di Alleanza Popolare Ufficio Stampa


2012 Ottobre 19
comunicati stampa

una discutibile gestione della scuola

4_Casali Ingrid.jpgLa scuola, sinonimo di Istruzione e Cultura  (di Ingrid Casali)
Sono rimasta sbigottita e indignata dalle dichiarazioni in conferenza stampa di Romeo Morri e dei Moderati del 10 agosto e del 10 ottobre u.s. in cui ripetono in modo insistente ed ossessivo quanto l’istruzione stia loro a cuore e tirano le somme del lavoro svolto dalla Segreteria all’Istruzione in 4 anni di governo, “ un lavoro faticoso, impegnativo, con difficoltà dovute ai tagli delle spese ecc…..”.
Che noia mortale e che sdegno sentire queste dichiarazioni vanagloriose e non sincere! Se la scuola stava tanto a cuore, perché la Segreteria all’Istruzione è rimasta paralizzata e non ha lavorato sul programma di governo?
L’avevo già denunciato da tempo: durante la gestione Morri non un argomento è stato sviluppato, dalla legge sull’inclusione scolastica alle figure di sistema, dall’obbligo scolastico al 18° anno alla copertura definitiva della dirigenza della Scuola Media....tanto per citarne alcuni. Tutti obiettivi non difficili da attuare, a costo praticamente zero (tranne per la sede della Scuola Superiore per la quale non si è tentato neppure di trovare una soluzione transitoria), ma che avrebbero dato una cornice legislativa più sostenuta e garante della qualità già molto buona, a detta di tutti, della didattica. Ma nella confusione più totale, dovendo correre di qua e di là a presenziare eventi vari e vendere la loro immagine, Morri ed il suo seguito si sono forse dimenticati di leggerlo il programma, di studiarselo e tenerlo sempre a portata di mano per controllarlo ogni tanto e tenere la contabilità sul da farsi. --> segue

di Un'opinione di ...


2012 Ottobre 18
comunicati stampa

un'opinione di davide forcellini

13_Forcellini Davide.jpgLo svecchiamento della politica e del sistema passa indubbiamente dalla internazionalizzazione di ogni settore. Il vero problema del nostro Paese è infatti quello di aver creduto in passato di poter fare tutto da soli, senza alcuno scambio con il mondo esterno che via via è diventato sempre più competitivo. La sovranità che è stata per secoli il baluardo del nostro Paese è stata trasformata dalla vecchia politica in un alibi perfetto per chiudersi ed isolarsi dal mondo. E questo è avvenuto nel mondo del lavoro, delle imprese, del commercio, in una parola in tutta la società. Solo negli ultimi 4 anni il nostro Paese è riuscito a farsi spazio in un contesto finalmente internazionale. Principi come collaborazione internazionale, trasparenza, scambi di informazione non sono belle parole che ci servono per uscire dalla Black List solo perché è brutta cosa essere in questa condizione. No, questi sono i cardini per una nuova economia, per la nostra sopravvivenza, per il futuro del nostro Paese. E dobbiamo crederci. Perché il mondo vive anche senza di noi, siamo noi che non possiamo vivere senza… Questo concetto è molto semplice eppure in un paese abituato alla politica del “proprio orticello”, non è di facile applicazione. Ecco che in questi giorni di campagna elettorale dove tutti si divertono a preparare le più fantastiche liste delle promesse per risolvere i problemi del paese, alquanto inutili e per la maggior parte dei casi “specchietti per le allodole”, la vera novità è l’essere disposti a CRESCERE, come mentalità, come paese e come cittadini. Le prossime elezioni costituiscono il momento per fare questo passo avanti: diffidiamo delle promesse e, ancor di più, chi le fa! Scegliamo di cambiare per davvero.

di Alleanza Popolare Ufficio Stampa


2012 Ottobre 18
news

agenzia dire intervista tito masi

20_Masi Tito.jpgBENE COMUNE. MASI: "NON C'E' ALTERNATIVA CREDIBILE A NOSTRA COALIZIONE" "DOPO COMMISSIONE D'INCHIESTA, INIZIA IL CAMBIAMENTO DELLA POLITICA/BENE BCSM SU VIGILANZA, MA DIRIGENZA SIA SAMMARINESE"

Nessun altra coalizione o lista può aspirare al ruolo di governo, perché "non c'è alternativa credibile a San Marino bene comune". Parola di Tito Masi, uno dei "big" tra i candidati di Alleanza popolare, pronto a lasciare la Fondazione del primo istituto del Paese, in caso della conquista di un seggio in Consiglio grande e generale. In una intervista rilasciata a Dire, il presidente della Fondazione San Marino, tocca i temi dell'attualità politica, a pochi giorni dall'apertura ufficiale della campagna elettorale che lo vedrà tra i protagonisti indiscussi nella coalizione Bene comune. Dopo "un fermo" dalla politica attiva durato tre anni, licenzia così con una buona pagella il Patto per San Marino, indica le due direttrici da intraprendere per il futuro del Paese, parla del rinnovamento della politica necessario dopo il ciclone della commissione d'inchiesta. Ma soprattutto, Masi dice la sua sulla dirigenza di Banca centrale, augurandosi che i primi posti di via del Voltone siano in mano ai sammarinesi. Di seguito l'intervista integrale:

1. Presidente Masi, innanzitutto ben tornato nell'agone politico. Ha lasciato il Consiglio grande e generale 3 anni fa con un consenso quasi unanime per la sua nomina a presidente della Fondazione. Che politica ritrova? E che giudizio dà all'esperienza del Patto per San Marino, e in particolare dei due segretari di Stato espressione di Ap, Antonella Mularoni e Valeria Ciavatta? --> segue

di Tito Masi


2012 Ottobre 17
comunicati stampa

la tribuna intervista a nicola renzi


Di mestiere professore di Latino e Greco, da tempo impegnato con entusiasmo in politica, Nicola Renzi è uno dei giovani volti di AP. Lo abbiamo intervistato per conoscere meglio le sue proposte, le sue idee e la sua visione del paese.
1) Cosa l'ha spinta ad entrare in politica?
Potrei rispondere a questa domanda in molti modi. Preferisco però raccontare un episodio. Qualche anno fa, uno dei miei studenti, che aveva appena terminato con profitto la maturità, mi chiese: "professore, ed ora? Quale università mi consiglia?". Io a quella domanda non seppi rispondere. Non vedevo una strada sicura da consigliare, l’approdo al mondo del lavoro mi sembrava una chimera. Candidarmi significa oggi rispondere a quella domanda: fare in modo che quel ragazzo, che ogni ragazzo sammarinese, possa avere davanti a sé una strada sicura, un percorso, alla fine del quale ci sia la speranza di realizzare le proprie aspettative ed i propri sogni.
2) Quindi cosa dovrebbe fare la politica? --> segue

di Alleanza Popolare Ufficio Stampa


2012 Ottobre 10
comunicati stampa

Non servirsi della politica per i propri scopi

25 Rondelli Leo.jpgIn occasione della cerimonia di ingresso dei nuovi Capitani Reggenti, il Vescovo, Mons. Luigi Negri, nell’omelia tenuta in Pieve durante la celebrazione Eucaristica, ha ricordato i valori su cui si fonda la famiglia e la sua importanza nella società, l’etica nella politica e il ruolo del politico nell’esercizio delle funzioni pubbliche.
Le parole del Vescovo hanno scatenato diverse prese di posizione, pro e contro, ma i commenti hanno omesso o dimenticato una cosa. Chi governa, e lo deve fare secondo equità e giustizia, DEVE ESSERE SERVITORE E NON ESSERE SERVITO.

Se usassimo questo metro per giudicare chi ha gestito il Paese negli ultimi venti anni, pochi sarebbero i promossi e i bocciati dovrebbero pagare con l’interdizione da qualsiasi incarico pubblico, con l’aggravante delle conseguenze penali per chi ha violato anche la legge. Questo non per vendetta ma per amore della verità e della giustizia nei confronti di chi ha tradito il compito affidatogli dagli elettori.
Voglio dire a voce alta che la stragrande maggioranza dei cittadini non è corrotta, truffaldina o mafiosa. Vogliamo, tutti noi, il rispetto della legalità e onestà da chi ci governa, camminare a testa alta e non vergognarci perché qualche affarista si è comportato male con la complicità di una parte della politica. Finalmente, grazie al coraggio di alcune persone (la commissione di inchiesta), qualcosa sta emergendo, anche se con fatica.
Noi di Alleanza Popolare non siamo una specie rara o i primi della classe come qualche invidioso ama definirci, ma abbiamo governato con serietà e competenza, non abbiamo fatto clientelismo – chi ci accusa di questo è il primo che ne ha fatte di cotte e di crude – né concesso finanziarie, banche o partecipato agli affari legati al territorio. Con l’impegno e la determinazione, uniti al coraggio, che tutti noi mettiamo a servizio dell’interesse generale, sono sicuro che riusciremo a superare i problemi che ancora sono sul tappeto: la corruzione, la disoccupazione, la crisi economica.

Leo Rondelli

di Un'opinione di ...


2012 Ottobre 09
comunicati stampa

in risposta al partita socialista

Patetico anatema della coppia Casali-Andreoli che ha tuonato contro i rappresentanti di Alleanza Popolare definendoli “clientelari e nepotisti”.
In realtà tali termini si adattano alla perfezione a chi, come loro, ha militato nel partito che ne fece addirittura la ragione sociale della sua azione politica, il Partito Socialista Sammarinese. Gli scandali degli anni ’90, le infornate nella Pubblica Amministrazione con gli stratosferici aumenti di retribuzione del 1998, la sede trasformata in ufficio raccolta e collocamento degli emigrati dalle pampas argentine, sono fatti recenti che non si cancellano di certo eliminando gli “aggettivi” per il timore di imbarazzanti paragoni col passato.
Meglio sarebbe che Casali-Andreoli facessero sapere quali idee abbiano in animo di proporre per raggiungere quei risultati la cui carenza addebitano alla Dc e al Psd (partito di opposizione al Patto) ma non al governo del quale uno di loro faceva parte. E’ una questione di stizza o di pudore?

di Alleanza Popolare Ufficio Stampa


2012 Ottobre 08
comunicati stampa

tutti uguali? non ci stiamo.

33 volti per cambiare il Paese

Il tre è stato il numero protagonista della serata organizzata da Alleanza Popolare presso il Multieventi Sport Domus sabato sera.
Oltre duecento persone hanno assistito e sostenuto i trentatré candidati di AP, che per la prima volta si sono presentati ufficialmente al pubblico.
Dopo un piacevole momento di intrattenimento musicale, curato dalla Phil Harmonik Band, il Coordinatore Stefano Palmieri ha tracciato le linee principali della futura campagna elettorale: “Le credenziali di AP saranno la credibilità, la professionalità e le capacità dei suoi candidati, garanzia di un impegno concreto e serio al servizio del Paese”.
La serata è proseguita con brevi ed efficaci interviste ai candidati, che hanno raccontato le proprie storie personali e professionali ed hanno spiegato le motivazioni del loro impegno. Un modo diverso per fare politica, partendo dalle sensibilità dei singoli, quali testimonianze vive della società civile, dei suoi bisogni, delle sue aspettative e delle sue speranze.
Tra pochi giorni sul sito ufficiale di AP saranno consultabili i curricula e gli impegni che ciascun candidato di Alleanza Popolare prenderà per contribuire al Bene Comune.


di Alleanza Popolare Ufficio Stampa


2012 Ottobre 04
news

elezioni 11 novembre - i candidati

di Alleanza Popolare Ufficio Stampa


2012 Ottobre 03
comunicati stampa

ap presenta i candidati



di Alleanza Popolare Ufficio Stampa


2012 Settembre 24
comunicati stampa

serata pubblica ap

Questa sera a Domagnano, sala Montelupo ore 21.00:

Infiltrazioni mafiose!

Ne parleranno: Valeria Ciavatta, Antonella Mularoni, Stefano Palmieri, Roberto Giorgetti, Mario Venturini (Membro della Commissione Antimafia)

Moderatore: Sergio Barducci

 I cittadini sono invitati a partecipare.

di Alleanza Popolare Ufficio Stampa


2012 Settembre 20
comunicati stampa

un plauso alla commissione di inchiesta

In questi giorni, mentre si delineano finalmente i contorni del quadro collusivo che purtroppo per troppo tempo ha legato una certa politica al malaffare, AP si propone nuovamente come una certezza. Certezza di non essere mai stata toccata da nessuna compromissione. Certezza di operare soltanto nell’interesse del Paese. Certezza di essere ancora e sempre più portabandiera della questione morale. Quella questione morale che è l’affermazione della legalità quale base di ogni relazione e di ogni agire, specialmente della politica.
Stupisce in questa circostanza sentire chi si schermisce, o chi, dopo aver commesso tanti errori, si ripropone per un improbabile revival; per non dire di chi, non avendo mai saputo o potuto dar prova di gestire la cosa pubblica, si vanta ingenuamente di avere le mani pulite. --> segue

di Alleanza Popolare Ufficio Stampa


2012 Settembre 10
comunicati stampa

visita museo emigrante

Alleanza Popolare, dopo le iniziative di maggio che hanno visto amici ed aderenti camminare per i sentieri del Monte Titano e visitare il Centro naturalistico di Borgo Maggiore, per approfondire la conoscenza del nostro Paese e della sua storia ha proposto venerdì 7 settembre una visita guidata al Museo dell’emigrante, luogo in cui è conservata la memoria di tanti uomini e donne sammarinesi che hanno dovuto varcare i confini della Repubblica alla ricerca di un lavoro che consentisse un adeguato mantenimento. L’esperienza dell’emigrazione ha coinvolto molte famiglie sammarinesi ed è ancora viva nella mente e nei cuori della cittadinanza. I numerosi partecipanti all’iniziativa hanno ripercorso, attraverso le sale del Museo, le fasi principali dell’emigrazione: la partenza, il viaggio, l’arrivo nei Paesi d’accoglienza. Il coraggio, l’onestà e la responsabilità con cui i sammarinesi hanno affrontato la difficile sfida dell’emigrazione costituiscono ancora oggi un importante esempio per tutti.

di Alleanza Popolare Ufficio Stampa


2012 Agosto 24
comunicati stampa

risposta a per san marino

Il movimento Per San Marino non perde occasione per attaccare, coi soliti modi costruiti ad arte, Alleanza Popolare in difesa dell’“amico” Augusto Casali. In merito alle presunte “vanterie” e alle richieste di chiarimenti, Alleanza Popolare non deve spiegare proprio nulla: il Consiglio dei XII (nel quale sono presenti tutti i gruppi consiliari) ha assolto bene al suo compito nonostante l’assenza di una normativa adeguata a riguardo e i controlli hanno già prodotto le relative segnalazioni agli organi inquirenti: abbiamo solo raccontato la verità.

di Alleanza Popolare Ufficio Stampa


2012 Agosto 23
comunicati stampa

fondazioni a san marino

Trasparenza e adeguamento agli standard internazionali: anche il recente confronto al Meeting col ministro allo Sviluppo italiano Corrado Passera ha confermato gli sforzi compiuti da San Marino nel cammino di rinnovamento. Nella vigilia dell’incontro tra il ministro agli Esteri Giulio Terzi di Sant’Agata e il Segretario di Stato Antonella Mularoni, è per Alleanza Popolare importante sottolineare l’impegno condotto verso il rispetto dei modelli internazionali.
Un percorso che ha impegnato anche il Consiglio dei XII, dove Ap è rappresentata dal Coordinatore Stefano Palmieri, in particolare da quando l’assemblea del Moneyval ha sensibilizzato il nostro Paese ad adottare misure di adeguamento agli standard internazionali nel settore delle Onlus. --> segue

di Alleanza Popolare Ufficio Stampa


2012 Agosto 10
comunicati stampa

lasciamo lavorare la commissione


Da qualche tempo, e di pari passo con le recenti importanti decisioni del Consiglio Grande e Generale che pur sciolto ha espressamente – e all’unanimità – deliberato che la Commissione d’Inchiesta andrà avanti con il proprio lavoro, è cominciata un’opera di delegittimazione della Commissione stessa, dapprima strisciante e poi posta agli onori della cronaca da alcuni quotidiani sammarinesi.
A nessuno può sfuggire il senso del lavoro della Commissione – composta paritariamente da 4 membri di maggioranza e da 4 di opposizione – che, pur dotata di poteri d’indagine al pari della Magistratura, ha esclusivamente una finalità politica, finalità assai diversa da quella dell’Autorità Giudiziaria. --> segue

di Mario Venturini


2012 Agosto 09
news

le ragioni di un divorzio

Andrea Zafferani deve giustificare la sua uscita da Alleanza Popolare. Comprendiamo questa esigenza ma vorremmo ricordargli che le ragioni di carattere politico da lui addotte nei primi commenti, bastavano e avanzavano. Sicuramente noi abbiamo sbagliato ad accogliere un transfuga del Psd e di Zona Franca, lui ha fatto male i suoi conti nel ritenere che Ap fosse terreno fertile per tutte le idee di cui si sentiva portatore. --> segue

di Alleanza Popolare Ufficio Stampa


2012 Agosto 08
comunicati stampa

intervista al coordinatore di ap


In piena campagna elettorale, si delineano coalizioni e programmi. Nell’alleanza con Pdcs, Psd, e Noi sammarinesi, c’è ancora posto per qualcun altro?

Il contributo dei singoli potrebbe essere possibile, difficilmente si potranno aggiungere liste al di fuori di quelle annunciate. Invece di presentarci come quattro soggetti distinti, non si esclude la semplificazione tra tre sole forze e quindi unificazione tra persone e partiti. Noi Sammarinesi e Glauco Sansovini stanno dialogando col Pdcs, è probabile vogliano trovare una sintesi. Ma, andare oltre, sarà difficile. A chi propone il governo di larghe intese, rispondiamo che l'idea è da tempo proposta da più forze: dal canto nostro, Alleanza Popolare ha sempre ribadito di non essere per le “ammucchiate” sotto forma di governi di responsabilità nazionale. Il nostro obiettivo è ora quello di avere delle forze responsabili che si assumano l’onere di portare a compimento il percorso iniziato.
State quindi confrontandovi sul programma?
Sì, incontri e confronti sono iniziati. Al centro, le prospettive di sviluppo economico e il rilancio del settore sia economico che finanziario del Paese, legati all’uscita dalla black list.
E’ già pronta la lista dei candidati del partito?
Ci stiamo lavorando: nella lista, solo persone credibili, con spirito rinnovato, voglia di fare e di collaborare. Produrremo una lista frizzante e giovane, con diversi volti nuovi. Lavoriamo anche per proseguire l’opera portata avanti dalle nostre Segreterie di Stato: le richieste di conferme, in tal senso, devono essere lette come la necessità di continuare nel lavoro fatto fino ad oggi, e non certo come un attaccamento alle poltrone.

di Alleanza Popolare Ufficio Stampa


2012 Agosto 08
comunicati stampa

riunione del gruppo di coordinamento di ap

Nella giornata di ieri si è riunito il Coordinamento di Alleanza Popolare per prendere in esame la situazione generale del Paese dopo la crisi di governo, provocata dal gesto irresponsabile di Casali e Morri, ed iniziare a programmare il percorso politico che porterà al voto tutti i cittadini sammarinesi nella giornata del 11 novembre prossimo.
Rispetto alla situazione in cui il nostro Stato si è ritrovato all'inizio della legislatura nel 2008, e nonostante questo periodo sia stato fra i più difficili negli ultimi sessant'anni di storia di San Marino, si è riusciti a conseguire alcuni risultati fondamentali per il futuro di tutti i sammarinesi. --> segue

di Alleanza Popolare Ufficio Stampa


Next